Obscura Genesi – le fasi di lavoro

Completata la prima fase di scrittura del libro game Obscura Genesi, 420 paragrafi tutti da rileggere e sistemare, con finali multipli molto diversi tra di loro ed una scelta da fare che condizionerà l’intera esistenza della Terra!

Ora inizia la parte più difficile, che affronto per la prima volta essendo questo il mio primo lavoro del genere, che pensavo di dividere in più fasi. Premetto che io non completo tutte le parti mentre scrivo, se ho l’idea dell’intreccio talvolta lascio indietro delle descrizioni indicandole come “da completare” e proseguo per non perdere l’ispirazione sull’intreccio stesso, mentre a volte m’immergo completamente in una descrizione uscendone solo quando ho bisogno di prendere fiato o quando la scena è descritta completamente.
Cosa rimane da fare quindi?

1 (COMPLETA) – Rileggere tutto, integrare le parti testuali lasciate in forma di bozza, correggere grammatica, testi e così via senza tener conto dell’aspetto “ludico” (punteggi, etc etc…)

2 (COMPLETA) – Sistemare il regolamento, definire tutte le armi, le armature (c’è già tutto ma solo in forma di bozza)

3 (COMPLETA) – Dare una prima attribuzione numerica alle tabelle degli avversari e sistemare qua e la i vari medikit/potenziamenti

4 (COMPLETA) – Giocare alcune partite di prova

5 (COMPLETA) – In base ai risultati delle partite decidere cosa c’è da modificare e tornare al punto 3. Iterare finché non è sufficientemente equilibrato o all’esaurimento della Sanità Mentale.

6 (COMPLETA) – correggere la parte di libro non giocata

7 (COMPLETA) – riportare tutte le correzioni sul file di Libro Game Creator

8 (COMPLETA) – Beta testing

9 (COMPLETA) – Raccogliere i dati della fase 8 ed in base a questi, se ce n’è bisogno, effettuare ricalibrazioni e modifiche e ripetere la fase 8. Altrimenti proseguire

10 (In corso…) – Contattare editori, proporre il progetto, attendere… attendere… attendere…!!!

Obscura Genesi – raggiunto il 400° paragrafo!

Usando una quantità non numerabile di film e telefilm come sottofondo, dall’intramontabile La Profezia (mitico Christopher Walken!) al sorprendente Cuori in Atlantide (che temevo inguardabile) passando per l’inutile La Creatura del Cimitero, oggi Obscura Genesi, il mio primo libro game “vero” ha raggiunto quota 400 paragrafi. Inutile dire che vale più la qualità della quantità, ma aver scritto con Libro Game Creator un intreccio di stanze, situazioni, scelte e combattimenti di questo calibro da una notevole soddisfazione.

La parte più sorprendente è stata veder nascere un’intera sezione come dal nulla, quello che doveva essere un semplice laboratorio si è aperto davanti ai miei occhi in tutti i suoi terrificanti segreti. E gli avversari non hanno tardato ad arrivare, sono emersi dalle ombre e hanno tentato un attacco letale, nonostante l’esoscheletro che già grondava di acqua putrida e del loro sangue alieno. Una stanza che alla fine misura la bellezza di settanta paragrafi, dal primo ingresso fino alla scoperta dell’unica uscita.

Dopo creature di ogni genere, tra ragni giganteschi, mutanti, ibridi alieni ed altro ancora, a Obscura Genesi manca solo la scena finale, lo scontro con il più classico dei “boss finali” alla Doom o Quake (che tempi, quando alla fine del primo capitolo si faceva fuori un cucciolo di Shub Niggurath) a seconda dei vostri gusti, una creatura apparentemente imbattibile, disgustosa, gigantesca. Manca quindi di poter affrontare la morte incarnata e la prima versione del libro è finita.

Sono le 22:59 di una domenica sera e mentre Ted cerca di evitare gli “uomini bassi”, direi che una sigaretta non me la toglie nessuno…

I Figli di Armageddon di Terry Brooks

i figli di armageddon Uscito finalmente in edizione economica (8.80€) ho divorato nei giorni scorsi il primo libro di Terry Brooks che funge da raccordo tra due dei suoi lavori più famosi, il Ciclo del Vuoto e del Verbo ed il Ciclo di Shannara. Il primo dei due, costituito da soli tre libri, narra le vicende dei Cavalieri del Verbo, che ai giorni nostri combattono servendo la Signora contro i demoni ed altre creature sovrannaturali, che invece seguono il Vuoto. Il ciclo di Shannara è invece costituito da una marea di libri, nato come una bella trilogia ha conosciuto altri sei seguiti ed un “prequel” tutti ambientati in un mondo fantasy, tra magie, druidi millenari ed esseri oscuri, che sorgono tra regni fatati e le rovine di ciò che è rimasto dalle Grandi Guerre. Come molti fan si auguravano Brooks alla fine ha deciso di unificare i due cicli, spiegando ciò che avvenne tra le Grandi Guerre e l’avvento degli Shannara e lo fa mantenendo molte delle sue abitudini narrative, alcune positive, altre pessime nella saga conosciuta in Italia come La genesi di Shannara.
Nel primo volume di questa nuova trilogia, I Figli di Armageddon, scopriamo da subito che le Grandi Guerre ci sono state, una sorta di terza guerra mondiale, e la razza umana ha subito ogni genere di avversità, armi batteriologiche, contaminazione da radiazioni, effetto serra, pioggia acida, cani e gatti che vivono assieme, roba da vecchio testamento insomma. Ma gli umani hanno la scorza dura e sono comunque sopravvissuti nonostante in questo già terrificante scenario siano emersi col passare degli anni mutanti e si sia intensificato il flagello dei demoni, che seducono inoltre gli uomini portandoli al lato oscuro, eseguendo anche esperimenti che permettono la creazione di ibridi tra le due specie.
Continua…

Obscura Genesi – ambientazione

Il mondo di Obscura Genesi

Per risolvere il problema di una Terra oramai prosciugata da ogni fonte di energia viene creato un apparato, l’Assimilatore di Venkman, che riesce ad assorbirne quantità notevoli dall’Intercapedine, una sorta di membrana che separa le dimensioni del multiverso.

Ma mentre si costruiscono le prime installazioni capaci di utilizzare tale energia, il pianeta viene invaso da una razza aliena proveniente da Plutone. Mostruosi alieni simili a grossi e terrificanti insetti devastano con le loro navi alveare intere regioni e sembra non sia possibile arrestarli.
Nella guerra che dura decenni le radiazioni sviluppate al suolo dalle armi nucleari e chimiche utilizzate da umani e alieni, portano la nostra razza, già decimata dal conflitto, a sviluppare in parte dei tratti mutanti.

E mentre ogni speranza sembra essere perduta, da una locazione segreta ancora nascosta agli occhi delle viscide creature un prototipo di Assimilatore, conneso ad una serie di armi capaci di incanalarne l’energia, si rivela capace di forare gli scudi delle navi alveari.
Le sorti del conflitto divengono di nuovo incerte e negli anni successivi piccole fortezze, chiamate le Cittadelle Purificate, resistono agli attacchi di mutanti e alieni. Vengono costruite navi spaziali dotate di motori in grado di utilizzare l’energia tratta dall’Assimilatore e si decide di portare la guerra dov’è necessario concluderla, su Plutone, il pianeta degli insettoidi.

Nel libro game tu sei un tenente della C.H.A.O.S. la forza militare nata per reprimere nel sangue ogni tipo di viscido inumano ostacolo alla rinascita della razza umana, in servizio all’Avamposto Gamma, il quale, per cause misteriose, viene danneggiato da una serie di esplosioni, che ti proiettano ferito e praticamente disarmato nei corridoi labirintici dei laboratori dell’installazione.

Il tuo compito sarà sopravvivere agli orrori che giacciono in quei luoghi ormai silenziosi che stillano orrore dalle pareti e scoprire forse il vero significato del progetto Genesis of Dharma.

Serenity (2005)

Il western non muore mai, la prateria può essere bruciata e devastata, colonizzata e ricostruita, ma ci saranno nuovi mondi, nuove terre, nuovi pascoli. Magari ad anni luce di distanza, illuminata da un nuovo sole, sporcata del sangue di nuove guerre. Ma i duelli li vedrà ancora, gli inseguimenti, l’odore acre lasciato dai colpi di pistola nell’aria.
Ed è di questi luoghi che è fatta una fetta della fantascienza, di nuove frontiere, di nuovi duelli, che le armi siano laser o con i buoni vecchi proiettili (ma io preferisco il secondo tipo) dove si fronteggiano i cattivi che dovrebbero essere buoni (l’Alleanza che tutto colonizza ed unifica) ed i buoni che dovrebbero essere i cattivi (la Ribellione sporca e disorganizzata che ha perso una guerra senza speranza).

Serenity Firefly

Continua…