Franklyn

Ho sempre avuto un debole per i film con un’elevata componente psicologica, dove la mente umana viene usata o analizzata e dove le conseguenze di processi mentali deviati portano a vicende al limite della nostra normale realtà. Se poi queste capacità creano il dubbio in chi guarda su cosa sia davvero reale o meno, senza dover per forza introdurre elementi sovrannaturali, raggiungo l’apice del godimento cinematografico.
Franklyn l’ho visto per caso, in realtà cercavo Willard, ma la F arriva prima e ho ben pensato di dargli un’occasione.
Continua…