Minuti contati e altro sui giochi di Cthulhu

Al limite dell’emicrania scrivo questo ultimo post di settembre che quando lo leggerete sarà il primo di ottobre. Eh, lo so, dovrei tornare sul divano imbottendomi di qualche sostanza chimica di inusitata potenza, ma sono giorni che faccio istant post su The Secret World (idea pessima mi sono registrato ho tre giorni di prova e potevo farlo un venerdì che era più furbo…) sugli eBook e questo riassuntino di inizio autunno è lì povero da troppo tempo. E poi mi va a male e puzza.

Rapidi scorriamo l’ordine delle novità per importanza. La prima ormai l’ho già citata qua e là ma ve la mostro per la prima volta. Si tratta della nuova fighissima edizione del mio saggio sui giochi di Cthulhu, integrata con i nuovi titoli (e no Eternal Darkness continua a non esserci, sorry), corretta e rieditata e ricoperta dalla cover a opera del buon Davide Marescotti, in una veste più giocosa della precedente.

I giochi di Cthulhu di Matteo Poropat
Non volete giocare con Cthulhu?

A breve, conclusi gli ultimi dettagli di produzione, vi darò tutti i dati. Per chi riuscisse a venire a Lucca Comics and Games a fine mese ci sarà il sottoscritto pronto allo stand WildBoar. Alla stessa manifestazione ci saranno vari incontri con gruppi più o meno raccomandabili, nonché avrò il ruolo (unofficial) di fotografo alla premiazione del RiLL.

Passiamo a una nuova (di qualche mese fa…) pubblicazione che ha accolto un mio racconto. Vi avviso perché magari finite sulla pagina e non trovando il mio nome non la comprate! E invece sì, ci sono pure io tra i 40 autori che un tempo parteciparono con qualche successo al concorso Minuti Contati, a suo tempo gestito da Edizioni XII e ora in mano a Nero Cafè.

Minuti Contati
Il racconto mio è…

Non ricordo però quale sia il mio racconto infilato dentro, forse quello western, o uno drammatico. Mah, comunque l’ho scritto io e quindi è sicuramente bellissimo e voi comprate la raccolta che tra gli altri 39 ci sono parecchi compagni di blog.

Ecco due notizie dai che vi bastano.
O no?
Allora ancora qualche news fulminea…

Ci sarebbe qualcosa da dire sul fatto che ora al blog potete iscrivervi, che c’è la “newsletter” come si usava una volta e vi dico io quando scrivo qualcosa non serve nemmeno che consultiate il news feed!

E magari due parole su una nuova raccolta di racconti, in uscita su carta, tutta mia, autopubblicata eh non pensate male, che si intitolerà Stagioni al confine e avrà la cover della bravissima Giorgia Taz (quella del coniglio di Lagomorpha) ed è ormai in fase di chiusura. Però ve lo dirò bene più in là ora fate finta di non saperlo.

Non centra nulla ma questa dovevo metterla, la nuova bici! So che volevate vederla… Ci farò prima o poi un post bello sul mio blog avventuroso magari dopo che ci ho fatto qualche altro giro sporcandola di fango come si merita.

Karakoram nuova bici
Devo ancora trovarle il nome adatto…

Ecco fatto. Dovrei anche parlarvi degli ultimi due Landover (finché non mettono Princess of Landover in edizione economica) che ho letto, delle schifezze fatte dalla Mondadori sul quarto volume, dotato di una bella idea ma di una scrittura da sangue agli occhi, e di un quinto capitolo non fantastico ma almeno degno di essere letto. Ne parleremo…

E dopo tutte ‘ste news, vado a drogarmi di Oki e divano, come ben insegna Neve.

Il pisolino, arte felina.
Il pisolino, arte felina.

Buon inizio settimana!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Minuti contati e altro sui giochi di Cthulhu

Vuoi rispondere?