LibroGameCreator a Modena Play 2018

Tra meno di una settimana parte la decima edizione della Fiera del gioco, il Play di Modena. Su cosa sia si son versati fiumi di byte e immagino che se siate qua a leggere già la conosciate. Personalmente l’ho visitata solo 3 o 4 volte, trovandola sempre una realtà in crescita controllata, con spazi vivibili dove è possibile davvero giocare. Due anni fa, complice la collaborazione per il progetto Savage World Nemezis di GG Studio, riuscii ad infilarmi nella demo di un’ambientazione di Davide Mana e l’esperienza fu assolutamente positiva. Di certo il pubblico si era moltiplicato, dalla mia prima visita di 7/8 anni fa, quando avevo trovato posteggio davanti all’ingresso principale, ma si riusciva a giocare e a respirare.
Continue reading

LGC 3.3.0 – indice, cronologia e validazione del librogame

Rilascio primaverile per l’editor di libri interattivi, LibroGameCreator, che si guadagna una versione “minor”, passando dalla 3.2 alla 3.3. Ci sono stati numerosi cambiamenti tra i quali l’introduzione di varie feature che attendevano da tempo nell’hard disk di venir completate. Per ovviare al mancato aggiornamento del manuale vero e proprio stavolta niente asettici “changelog”. Nel post cercherò di esaminare più a fondo le novità, per chiarirne l’utilizzo con tanto di coloratissime immagini.

Continue reading

La guida strategica a Terre Leggendarie #1 – Il Regno Lacerato

Abbiamo già parlato di Fabled Land da queste parti e nella mia parziale conoscenza del mondo librogiochistico la saga di Dave Morris e Jamie Thompson è in assoluto tra le migliori. Un esperimento particolare, che doveva portare alla scrittura di ben 12 volumi legati tra loro in un’unica avventura. Sei vennero pubblicati a metà anni ’90 e successivamente ristampati nel 2012. L’attesissimo settimo volume, scritto da Paul Gresty, è uscito dall’oblio nel 2015, grazie a un kickstarter di successo, ed è disponibile da qualche mese anche su Amazon nell’edizione paperback.
Continue reading

Pathologic, Мор. Утопия (videogame)

Nel 2005 un gruppo di sviluppatori Russi, che vanno sotto il nome di Ice-Pick Lodge, pubblica Pathologic [1] un psychological horror survival role-playing game dai toni surreali, sospeso tra orrore e filosofia, tra misticismo e leggenda. Nella madre terra il videogame ottiene numerosi consensi e vince cinque tra i premi principali del settore. Non gli va altrettanto bene in occidente. La traduzione non è all’altezza dei contenuti, il gameplay è ormai troppo legnoso se confrontato con i suoi contemporanei. Però c’è chi lo gioca e lo apprezza, il passaparola al solito fa il suo e di Pathologic si inizia a parlare [2]. Da lì a diventare un piccolo “cult” la strada è breve.

Continue reading

Dwarfest un gestionale di nani e barili di birra

Giocare bene, giocare spesso, come a camminare fuori da casa (mi) porta ad aver voglia di scriverne, di raccontare, come al tempo della rulescyclopedia e delle cronache del sottosuolo di Dungeons&Dragons. Giocare e scrivere come un atto liberatorio, di riscossione da impegni e progetti che dall’alto vincolano le poche ore di veglia che ogni giorno ci regala, attività senza voto e valutazione esterni, ma che mirano a esser fine a sé stesse, al vissuto di un momento ludico che è competitivo (ma non sempre) solo in se stesso.

Continue reading

Kanagawa sulla Costola dei Barbari

Vi piace il nuovo stile del blog? Un bel bianco e poche immagini. Via l’header che non ci cliccava nessuno e spazio per le pulizie di primavera. Ho trovato il tema tra quelli nuovi del blog, che spulciavo nel corso di alcuni lavoretti di “webdesign” per associazioni di cui faccio parte. Le mie doti di “webdesigner” (sempre tra virgolette nel mio caso) sono minime, e c’è solo da ringraziare WordPress e i gentilissimi creatori di temi free. Il sito del Taiji Trieste non ha molti legami con questo blog (se non fate caso a un vecchio racconto su leggende e guerrieri orientali) mentre il più recente è proprio l’argomento centrale di questo post.

Continue reading

LGC 3.2.20

Un po’ di tempo libero mi ha permesso di sistemare alcune cose che avevo arretrate su LibroGameCreator3. Ho anche recuperato qualche nota di “cose da fare” inserite dalla community di Librogame’s Land e ho tentato qualche modifica grafica alla maschera principale. Da ciò ho maturato la convinzione che i temi “Look & Feel” di Java (almeno quelli gratuiti) siano tra i più brutti sul pianeta. Purtroppo non ho doti grafiche sufficienti a produrne uno, spero di aumentare via via la scelta per poter accontentare chi lo usa frequentemente.

Veniamo alle feature inserite in questa 3.2.20. Come sempre il download è gratuito ed eventuali foraggiamenti allo sviluppatore sono ben accetti.

Continue reading

Dark (Netflix)

In questi anni ho sviluppato una certa passione per i film di fantascienza che trattano di tempo, anomalie e dimensioni più o meno parallele. Quando ho sentito per la prima volta parlare di Dark pensavo si trattasse di una serie tv horror, e la locandina che mi ricordava in qualche modo il simbolo della strega di Blair non mi aveva preso per niente. Poi grazie al solito passaparola sui social ho scoperto che il vero tema era un altro. Seguono spoiler.

Nella piccola, perennemente assediata dalla pioggia e terribilmente noiosa cittadina di Winden si intrecciano le vite di quattro famiglie. La scomparsa di un bambino e misteriosi fenomeni apparentemente collegati alla centrale nucleare che alimenta il paese daranno inizio a una vicenda dai risvolti sovrannaturali. Continue reading

LGC 3.2.14 – librogame e il formato Squiffy

Secondo e per ora ultimo rilascio dell’editor per librogame destinato a completare la compatibilità con il formato di file di Squiffy. Come fatto in precedenza con ChoiceScript, questi nuovi plugin sono intesi ad ampliare il possibile “parco utenti”, a formati per testi interattivi che mancano di una vera e propria interfaccia di scrittura.

Squiffy per chi non lo conoscesse è un software disponibile gratuitamente da usare online e offline dallo stesso sviluppatore di Quest. Se il precedente programma era indirizzato a chi scrive avventure testuali questo è invece destinato alla “sola” narrazione interattiva. Avventure a bivi o veri e propri librogame con variabili e sezioni dinamiche.

Continue reading

Scrittori di librogame, il questionario

Da queste parti della barricata non ne ho mai parlato, anche perché il mio contributo è minimo, ma l’inesauribile Mauro Longo, mi ha trascinato in un progetto che ruota attorno a una sorta di testo sacro, la bibbia dello scrittore di libri interattivi, il testo definitivo per chi vuole cimentarsi con queste opere affascinanti e complesse. Scrivi la tua Avventura si è moltiplicato, diventando intanto una conferenza, all’interno del programma degli educational, che si terrà a Lucca Comics & Games 2017.

Continue reading