Arkham Horror LCG

Arkham-Horror---Il-Gioco-di-Carte-3DIn questa pagina trovate una serie di add-on pronti da stampare per Arkham Horror – Il Gioco di Carte della Fantasy Flight Games (pubblicato in Italia da Asmodee). Tutto ha avuto inizio con i divisori per le centinaia di carte. Come altri me ne sono procurati di diverse versioni, tra quelle disponibili gratuitamente online, ma facendo e rifacendo i mazzi per gli incontri la difficoltà principale era identificare i mazzetti senza dover ogni volta scorrerli tutti. Ho scovato in giro una versione che mi è piaciuta subito per la maggior chiarezza e il minor spreco di inchiostro (le carte hanno un gradiente che sfuma nel bianco verso il basso).

Per la stampa utilizzo carta per stampanti a colori da 200 gr/mq con ottimi risultati, per il taglio solo un cutter e molta pazienza.

 

arkham-horror-dividers-1

 

La Notte della Zelota

ah-night-zealotIl file PDF contiene tre pagine per un totale di 19 divisori, due per ogni scenario della campagna e uno per ogni ulteriore set di incontri.

 

L’Eredità di Dunwich

ahc02_preview1Il file PDF contiene quattro pagine per un totale di 26 divisori, due per ogni scenario della campagna e uno per ogni ulteriore set di incontri.

 

La Strada per Carcosa

ahc11_preview1Il file PDF contiene quattro pagine per un totale di 25 divisori, due per ogni scenario della campagna e uno per ogni ulteriore set di incontri.

 

L’Era Dimenticata

ahc19_preview1Il file PDF contiene cinque pagine per un totale di 28 divisori, due per ogni scenario della campagna e uno per ogni ulteriore set di incontri.

 

Divisori dei set

Il file PDF contiene un divisore per ognuno dei set: La Notte della Zelota, L’Eredità di Dunwich, La Strada per Carcosa, L’Era Dimenticata, Il Carnevale degli Orrori, I Labirinti della Follia.

 

Dado dei ruoli di investigatore per Lola

arkham horror lola diceIl file contiene un’immagine stampabile per un dado “taglia e incolla” con le cinque classi di investigatore più quella neutrale. È stato pensato per essere usato con Lola, per tener traccia del ruolo del personaggio in quel round di gioco.

 

Tutto il materiale disponibile sul sito è donationware, quindi se vi piace quello che trovate e volete contribuire alla mia collezione di giochi o pagarmi una birra potete farlo via PayPal o Amazon.

LGC 3.3.3 – nuovo installer con Graphviz incluso

Siamo a un mese dall’undicesimo compleanno di LibroGameCreator e come accade (quasi) sempre sono riuscito a preparare qualche regalo per l’occasione. Questa volta, in occasione di un numero di versione a metà strada dall’inferno, ci sono novità, me lo dico da solo, davvero eclatanti. Prima di passare a descriverle, abbozzando un post/guida che finirà nel manuale online di LibroGameCreator, devo ringraziare Antonio Ferrara che si è prestato a fare da cavia a questa nuova versione, nelle ultime settimane.

Continua…

LGC 3.3.2 – un nuovo editor di testo

Rilascio totalmente inaspettato, anche per il sottoscritto che stava lavorando a tutt’altro, all’interno del progetto LGC. Da un paio di settimane si è aperta una possibilità interessante e, cosa che ancora non realizzo, totalmente gratuita, un cenno della quale si trova appeso sul sito inglese di LibroGameCreator. La sto sfruttando, ma richiede di prendere confidenza con un nuovo tool davvero complesso. Nel mentre mi son trovato ancora di fronte ai problemi del vecchio editor innestato in LGC, un componente tra i pochi gratuiti che ho trovato per Java e ho deciso di investire qualche ora di sonno al giorno per togliermelo di torno.
Continua…

Guida LibroGameCreator: strumenti per la scrittura

Terzo capitolo della guida all’editor per libri interattivi LibroGameCreator. Come ogni editor LGC3 fornisce gli strumenti di base per la scrittura del testo e la sua esportazione nei formati più comodi. Al fianco delle feature più comuni (ricerca nel testo, backup del file), ne sono state sviluppate altre dedicate esclusivamente alla scrittura interattiva, come la validazione della struttura e la cronologia di lettura.

Continua…

Okko, un viaggio tra demoni e ronin

Una cosa bella di quest’anno è che sto riuscendo ad azzeccare le scelte al tavolo da gioco, provando tipologie del tutto diverse le une dalle altre. Anche se attualmente il preferito è un LCG, ovviamente Arkham Horror, ho goduto ad andare a scuola di pittura con Hokusai a Kanagawa e nel diffondermi come una pestilenza invisibile a Pathologic, sono rimasto a dir poco meravigliato davanti alla semplice bellezza di un astratto a tema “taoista” come Tao Long e ad attendermi, per fine anno o inizio 2019, c’è l’enorme scatola piena di orrori spaziali dell’attesissimo Nemesis. Tra questi sono riuscito a infilare, per una serie di colpi di fortuna, il vecchio Okko, l’Era di Asagiri, un gdt di ben dieci anni fa.

Continua…

Pathologic, il gioco da tavolo e le regole in italiano

Il paese semideserto di Gorkhon ci accoglie con le sue costruzioni dalle geometrie sbilenche, vecchie case tenute in piedi dalla ferrea volontà degli abitanti, allevatori e contadini che non si sono piegati a nulla. Ma una nuova presenza si è insediata tra la gente ruvida, tra gli arbusti spinosi e nella steppa che circonda l’insediamento. La presenza della peste delle sabbie si avverte prima ancora di scorgerne i segni, sul luogo, sul bestiame e sugli uomini. Riprendiamo il discorso su Pathologic, dopo la chiacchierata sul videogame omonimo, passiamo ad analizzare il gioco da tavolo, arrivato dalla lontana Russia in un enorme pacco, semi ricoperto di francobolli.

Continua…

Hellboy 25 anni dopo

A quanto racconta l’informatissima Wikipedia, il personaggio di Hellboy fa la sua prima apparizione venticinque anni fa, nell’agosto del 1993 pubblicato dalla Dark Horse, mentre da noi arriva l’anno successivo grazia alla Magic Press Edizioni. Come saprete da queste parti il diavolo rosso è sempre stato di casa; impossibile non affezionarsi al tratto lugubre di Mike Mignola e alle sue storie pulp infarcite di spettri malinconici, miti di Lovecraft e creature tratte dal folklore di ogni parte del mondo. Dal Giappone all’Africa, dagli angoli bui dell’Europa fino ai nativi americani, Hellboy non si è lasciato sfuggire alcuna possibilità di incontrare qualche strano, bizzarro e spesso pericoloso fenomeno locale. Anche la deriva infernale (per la sua testata singola) e apocalittica (per il BPRD) ha regalato bei momenti di conflitto globale con enormi creature aliene.

Continua…

Guida LibroGameCreator: il paragrafo di gioco

Dopo aver installato e avviato LibroGameCreator passiamo a vedere come scrivere il nostro libro interattivo. Per sua stessa natura LGC3 nasce come programma per la realizzazione di librogame cartacei, per questo presenta strumenti come l’esportazione in formato RTF e il rimescolamento dei paragrafi. Non ci sono particolari identificatori da inserire, e le parole chiave utilizzate dagli scrittori si limitano alle due che esamineremo di seguito: il collegamento, o link, tra paragrafi e la nota interna. L’inserimento di questi identificatori, o tag, può avvenire da tastiera o tramite il click del tasto destro del mouse.

Continua…

Guida LibroGameCreator: installazione e avvio

Nonostante la guida su Graphviz sia uscita in anticipo, eccoci al primo vero articolo dedicato alla Guida a LibroGameCreator. La serie ha l’obiettivo di descrivere le basi dell’utilizzo, in modo più esaustivo rispetto al manuale PDF che attualmente è incluso con il programma. Questi post in stile “wiki” verranno aggiornati con le nuove caratteristiche del software, in maniera più rapida rispetto ai tempi di scrittura e impaginazione del manuale. Tutti i capitoli della guida sono riuniti in un’unica pagina raggiungibile dal menu principale del blog.

Continua…

Guida LibroGameCreator: installare e configurare Graphviz

Con questo post viene inaugurata una serie di mini guide destinate a far da tutorial per il mondo di LibroGameCreator, portando la luce su angoli oscuri della sua installazione e del suo utilizzo.
Iniziamo con Graphviz, una libreria per generare grafi, sfruttata da LGC fin dalle prime versioni. La sua installazione è molto semplice su Windows ma presenta qualche problema sugli altri sistemi, soprattutto su Mac OS X.

Continua…