Vikingar: The Conquest of the World

Anche l’horror lovecraftiano e i giochi cooperativi a un certo punto stufano, almeno a me, e arriva il momento in cui è necessario cambiare aria per un po’. Con i colleghi di indagini sovrannaturali abbiamo pensato quindi di testare altri titoli nella lunga (infinita per certi versi) lista dei “to play”. E per scrollarsi di dosso le frattaglie di shoggoth cosa c’è di meglio che partire verso mari sconosciuti, depredare villaggi e andare a caccia di Kraken? Questo e molto altro è quanto abbiamo trovato in Vikingar The Conquest of the World, pubblicato nel 2017 dalla JackBro dopo un fortunato kickstarter.
Continua…

Archeologia videoludica: The Bard’s Tale I (1985/2018)

Anche questo agosto è andato, pure per me che non avendo fatto ferie me lo sono goduto con l’aria condizionata dell’ufficio quasi ogni giorno. Come da abitudine degli ultimi anni le varie attività alla scrivania di casa (dove non c’è aria condizionata e raggiungo i 32 gradi) hanno rallentato fino a fermarsi. Riprendiamo lentamente le buone abitudini, e prima di parlare per l’ennesima volta di LGC (citato grazie al buon Mauro Longo sull’ultimo numero di ioGioco) volevo dedicare due righe a un tuffo nel mare dei ricordi, sorta di seguito ideale a un post di ben cinque anni fa, Alla ricerca del tempo perduto.

Continua…

Guida LibroGameCreator: esportare il librogame

Una volta scritta la propria opera “interattiva”, libro gioco o librogame che dir si voglia, arriva il momento di esportarla nel formato che si ritiene più utile per i propri scopi. Come già detto altre volte Libro Game Creator è nato come strumento orientato a chi scrive per poter stampare le proprie opere su carta. Per questo motivo dispone di feature come il rimescolamento dei paragrafi di gioco. e per lo stesso motivo la prima esportazione è stata storicamente quella indirizzata alla pubblicazione nel formato RTF (Rich Text Format). A questo si sono aggiunti i formati per poter giocare online (HTML) e solo più tardi tutta una serie di tipi di file che vengono incontro alle esigenze più orientate al digitale.

Continua…

Guida LibroGameCreator: rimescolare i paragrafi

Uno dei problemi della scrittura interattiva su carta è il ritrovarsi con paragrafi di gioco legati tra loro da un riferimento e vicini sulla pagina. Chi scrive non desidera che il lettore possa vedere gli effetti di una propria scelta e se questa è scritta poche righe dopo è impossibile pensare che non si vada a sbirciare. In un testo scritto per un device digitale, che visualizzerà un unico paragrafo alla volta, non si dovranno affrontare queste problematiche.
Continua…

Materiale per Arkham Horror – Il Gioco di Carte

Arkham-Horror---Il-Gioco-di-Carte-3D

In questa pagina trovate una serie di add-on pronti da stampare per Arkham Horror – Il Gioco di Carte della Fantasy Flight Games (pubblicato in Italia da Asmodee). Tutto ha avuto inizio con i divisori per le centinaia di carte. Come altri me ne sono procurati di diverse versioni, tra quelle disponibili gratuitamente online, ma facendo e rifacendo i mazzi per gli incontri la difficoltà principale era identificare i mazzetti senza dover ogni volta scorrerli tutti. Ho scovato in giro una versione che mi è piaciuta subito per la maggior chiarezza e il minor spreco di inchiostro (le carte hanno un gradiente che sfuma nel bianco verso il basso).

arkham-horror-dividers-1

La Notte della Zelota

ah-night-zealot

L’Eredità di Dunwich

ahc02_preview1

La Strada Per Carcosa

ahc11_preview1

L’Era Dimenticata

ahc19_preview1

Il Circolo Spezzato

arkham horror undone-circle

Divisori delle campagne

Dado dei ruoli per Lola

arkham horror lola dice

Deck di gioco

Ho pensato potesse essere interessante condividere i deck degli investigatori con i quali mi sono trovato bene a giocare, quelli che mi hanno dato veramente soddisfazione e non sono morti né impazziti.

Agnes vs La Notte della Zelota – il primo deck, con un ruolo da studioso e da supporto.

Zoey vs L’Eredità di Dunwich – dopo un tentativo fallito come studioso con Rex “baffo che conquista”, sono tornato alla carica come picchiatore guardiano, arrivando fino in fondo alla truce vicenda.

Tutto il materiale disponibile sul sito è donationware, quindi se vi piace quello che trovate e volete contribuire alla mia collezione di giochi o pagarmi una birra potete farlo via PayPal o Amazon.

LGC 3.3.3 – nuovo installer con Graphviz incluso

Siamo a un mese dall’undicesimo compleanno di LibroGameCreator e come accade (quasi) sempre sono riuscito a preparare qualche regalo per l’occasione. Questa volta, in occasione di un numero di versione a metà strada dall’inferno, ci sono novità, me lo dico da solo, davvero eclatanti. Prima di passare a descriverle, abbozzando un post/guida che finirà nel manuale online di LibroGameCreator, devo ringraziare Antonio Ferrara che si è prestato a fare da cavia a questa nuova versione, nelle ultime settimane.

Continua…

LGC 3.3.2 – un nuovo editor di testo

Rilascio totalmente inaspettato, anche per il sottoscritto che stava lavorando a tutt’altro, all’interno del progetto LGC. Da un paio di settimane si è aperta una possibilità interessante e, cosa che ancora non realizzo, totalmente gratuita, un cenno della quale si trova appeso sul sito inglese di LibroGameCreator. La sto sfruttando, ma richiede di prendere confidenza con un nuovo tool davvero complesso. Nel mentre mi son trovato ancora di fronte ai problemi del vecchio editor innestato in LGC, un componente tra i pochi gratuiti che ho trovato per Java e ho deciso di investire qualche ora di sonno al giorno per togliermelo di torno.
Continua…

Guida LibroGameCreator: strumenti per la scrittura

Terzo capitolo della guida all’editor per libri interattivi LibroGameCreator. Come ogni editor LGC3 fornisce gli strumenti di base per la scrittura del testo e la sua esportazione nei formati più comodi. Al fianco delle feature più comuni (ricerca nel testo, backup del file), ne sono state sviluppate altre dedicate esclusivamente alla scrittura interattiva, come la validazione della struttura e la cronologia di lettura.

Continua…

Okko, un viaggio tra demoni e ronin

Una cosa bella di quest’anno è che sto riuscendo ad azzeccare le scelte al tavolo da gioco, provando tipologie del tutto diverse le une dalle altre. Anche se attualmente il preferito è un LCG, ovviamente Arkham Horror, ho goduto ad andare a scuola di pittura con Hokusai a Kanagawa e nel diffondermi come una pestilenza invisibile a Pathologic, sono rimasto a dir poco meravigliato davanti alla semplice bellezza di un astratto a tema “taoista” come Tao Long e ad attendermi, per fine anno o inizio 2019, c’è l’enorme scatola piena di orrori spaziali dell’attesissimo Nemesis. Tra questi sono riuscito a infilare, per una serie di colpi di fortuna, il vecchio Okko, l’Era di Asagiri, un gdt di ben dieci anni fa.

Continua…