Come leggere i giornali e i feed sul Kindle 3

Nuova guida per gli appassionati di eBook e per chi vuole sfruttare tutte le capacità del Kindle di Amazon, anche per leggere i giornali o i blog (attraverso i feed, magari in alternativa al servizio di Google Reader ormai in fase di chiusura), in un comodo formato eBook, in modo totalmente automatizzato. Serve solo il Kindle, registrato sul sito di Amazon, e il software Calibre, che trovate nella guida su come leggere eBook al PC.
Questa guida è stata scritta con un Kindle 3 e Calibre 0.9.20 (Windows), versioni diverse potrebbero avere impostazioni differenti da quanto specificato più avanti.

1) cosa fare su Amazon

Amazon garantisce un certo spazio per utente (ben 5GB) in modo da poter memorizzare documenti personali, da visualizzare sul proprio dispositivo. Al contrario del piuttosto inutile SendToKindle (che invia al Kindle documenti in PDF!) questa feature è ben realizzata e di facile accesso.
Sul sito di Amazon, dove avete registrato il vostro Kindle con la procedura guidata, è necessario configurare la mail per l’invio di documenti al Kindle, quindi se non l’avete ancora fatto dovete:

1) eseguire il login
2) cliccare in alto a destra su il mio account
3) cliccare nel menu a sinistra su impostazioni documenti personali
4) nell’elenco centrale c’è la voce Impostazioni email Kindle di destinazione, lì vedete la mail del vostro Kindle
5) nell’ultimo riquadro dell’elenco c’è la lista di email approvate, se non trovate la mail che volete utilizzare aggiungetela cliccando in fondo su aggiungi un nuovo indirizzo email approvato

A questo punto siete pronti per inviare i giornali al vostro Kindle.

2) come impostare Calibre

Ora bisogna configurare correttamente il software Calibre (se non l’avete ancora scaricato sapete dove andare a cercarlo) per l’invio dei giornali in formato eBook. Calibre si preoccuperà, con una cadenza fissata, di scaricare i giornali (in generale i feed dei siti selezionati), convertirli nel formato mobi, inviarli via email al vostro Kindle. Quindi la mattina invece di uscire a prendere i giornali in edicola o raccattarli umidicci dal vostro prato all’inglese dovrete solo accendere il PC e avviare Calibre.

Per prima cosa bisogna impostare il vostro account email, quello dal quale partiranno le mail inviate da Calibre. Deve essere uno degli account specificati (come indicato sopra) nella sezione email approvate dell’account Amazon. Potreste averlo già fatto all’installazione di Calibre ma per esserne sicuri o reimpostarlo non serve altro che avviare dalle Preferenze di Calibre il Wizard, col tasto in basso a destra (Run welcome Wizard).

Il Wizard vi seguirà nelle poche impostazioni tra le quali il tipo di dispositivo al quale inviare i file.

Ed eccoci alla sezione dove specificherete l’indirizzo email da utilizzare. Potete (e conviene) testarlo in modo da essere sicuri sia corretto.

A questo punto andremo a configurare le sorgenti di informazioni, i news feeds, col tasto rosso a destra del cuore (Fetch News). Come vedrete nell’immagine successiva per ogni fonte è possibile selezionare l’intervallo cronologico dei download, data e ora. L’importante è selezionare la casella di schedulazione, in modo da dire a Calibre che siete interessati a quella fonte.

Una volta fatto questo per ogni giornale che siete interessati a leggere cliccate su Download all scheduled e poi su Save.

Per vedere Calibre al lavoro bisogna cliccare in basso a destra sul numero di jobs in corso. Capita che per inviare le mail ci voglia più di un tentativo, ma alla fine viene ricevuto tutto il materiale richiesto.

Ed eccoci finalmente sul Kindle, pronto a ricevere i “giornali del mattino”. All’accensione del dispositivo questo si connette alla rete e uno alla volta scarica da Amazon le mail con gli allegati inviati da Calibre.

Per ogni sorgente d’informazione è disponibile una “prima pagina” con titolo, lista degli articoli divisi per categoria (Wired sotto ne ha una sola, altri giornali ne hanno di più) e le notizie sulla colonna di destra. Sotto ci sono i tasti per navigare direttamente tra gli articoli e tornare alla “prima pagina”. Semplice e intuitivo direi, anche se la formattazione degli articoli ricevuti non è sempre ottimale (scordatevi le immagini, ogni tanto troverete invece codice html sparso da saltare a piè pari, le parole con link web sono spesso isolate su una riga singola,…) però niente che comprometta davvero la fruizione di questi giornali digitali.

Non vi rimane che provare e leggere su un unico dispositivo tutti i giornali che volete.

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi rispondere?