Fast and Fabulous: Bullet of love di Alessandro Girola

So che è da tre giorni che dovevo pubblicare l’articolo sulla versione eBook di Due minuti a mezzanotte, la round robin arrivata al quinto capitolo, per mano di Lady Simmons. Purtroppo impegni lavorativi mi hanno sradicato da casa e reso impossibile aggiornare l’eBook incrementale. Lontano dal computer mi son dedicato la sera, lo ammetto, a visitare la città che mi ospitava, Firenze, e finire la lettura in corso di cui vorrei parlarvi uno di questi giorni, Il grande Gatsby.

Però qua non si cazzeggia mai, non tantissimo almeno, così tornato a Trieste ho colmato il gap e prima di sera mi è stato garantito che i file saranno disponibili. Nel frattempo però pensavo potessimo rimanere in tema Super, con due parole due su un altro testo digitale dedicato a questa saga nostrana dedicata super eroi.

Bullet of Love di Alessandro Girola
Bullet of Love di Alessandro Girola

Non tutti gli eroi mascherati sono dei veri Super. Da quando la Teleforce ha creato i 160 “sovraumani” dotati di eccezionali poteri, molte persone comuni non fanno che sognare di imitarli, sperando diventare leggende come loro.
Questo è il caso di Brent Brennan, affascinante industriale newyorchese che ha costruito una serie di exosuit grazie a cui combatte la piccola criminalità locale nei panni del Brooklyn Bullet.
Ma cosa può succedere ora che una delle sue exosuit – la più pericolosa e letale – è stata rubata?
Libby, l’affascinante Super del gruppo START, viene mandata in aiuto di Brennan, che però sembra avere in mente soprattutto un piano per sedurla, incurante della gelosia del suo fidanzato storico, American Dream, l’eroe in costume più potente del mondo.

Nuovo capitolo nella saga di Due minuti a mezzanotte.
E se seguite il blog sapete di cosa parlo.

Round robin.
Super eroi.
Teleforce.

E naturalmente lui, Alessandro Girola, la mente diabolica dietro a questa iniziativa che ha “costretto” 33 scribacchini a mettersi alla tastiera per scrivere le vicende di Admiral City, i Super e naturalmente lui (lei, esso), Mezzanotte, del quale per ora sappiamo poco o nulla.

Alessandro si è fatto conquistare dalla sua stessa creatura, Libby la round robin, e se lo conosco anche dall’entusiasmo con la quale è stata accolta (fondamentale in un’iniziativa collettiva di questo tipo). Così ha preso la sua Super creata per l’occasione, Libby, e le ha dedicato una trilogia di brevi racconti, della quale sono usciti per ora i primi due capitoli.

Essendo amico di Alessandro e pure quello che impagina questi eBook (nonché la saga di 2MM), ho un giudizio totalmente di parte, siamo amiketti, etc etc insomma sapete anche voi come va a finire.

Però. Però è da un po’ che leggo i suoi lavori. Ho apprezzato il viaggio sul Treno di Moebius e ancora (molto) più quello sulla Nave dei folli. E se il primo capitolo della saga di Fast & Fabulous era rapido e divertente, questo secondo mi ha convinto a scriverne. Perché seguendo Alessandro e le sue storie non si può non notare l’impegno nel migliorarsi, anche tentando strade diverse dalle precedenti, buttandosi sui propri lettori un po’ come una rockstar al concerto. E il pavimento della sala è duro e sporco, ci si può far parecchio male.

Invece è proprio il taglio più “romantico” di questa puntata della saga, il maggior approfondimento psicologico lasciato a dialoghi semplici ma azzeccatissimi, che fa sorridere e regala tanta empatia con i personaggi. C’è ancora quella tendenza a dettagliare un po’ troppo elementi (a mio avviso) superflui, che qui ha la sua versione glamour nelle descrizioni dettagliate dei vestiti di Libby con tanto di griffe. Però è molto meno presente rispetto ai lavori precedenti, c’è meno Alessandro e più Libby, direi, e questo è bene, molto bene. Lui stesso ha commentato più volte sul suo profilo FB di essersi immedesimato nella Super di Admiral City, direi che il risultato è raggiunto con pieno successo.

E oltre Libby? L’ambientazione c’è e convince, così come la figura del giustiziere Brent Brennan, sorta di Tony Stark trapiantato nella saga di 2MM. Ottima anche l’introduzione del rapporto tra Libby e il suo Super boyfriend, quell’American Dream che vedremo in azione nel prossimo, terzo e ultimo spin-off di questa mini saga collaterale alla round robin.

Il mio consiglio è chiaro, credo, continuare su questa strada, dedicando in modo equilibrato il proprio talento alle parti più action quanto allo sviluppo originale e spontaneo dei personaggi.

Tutte le informazioni e i download del file sulla scheda ufficiale di Fast and Fabulous: Bullet of love.

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “Fast and Fabulous: Bullet of love di Alessandro Girola

  1. Beh, che dire se non grazie?
    Altri commenti sarebbero superflui…
    Solo due righe per confermare che buttarsi in atmoosfere diverse fa solo bene.
    Esempio sciocco: il SB, a cui sono ovviamente molto affezionato, mi stava oramai molto stretto.
    A volte occorre non ascoltare le richieste dei lettori e buttarsi in altro.
    Ultima cosa… I dettagli glamour… Figurati che io li reputo il valore aggiunto della storia 🙂
    Bello vedere le diverse interpretazioni di lettore in lettore!

      

  2. Saluto segreto della Cricca a parte (ma ci sta sempre bene, tra di Noi), il SB ha avuto una vita lunga e gloriosa, e viene ancora ingrandito da racconti come offshore di Germano, però è giusto spaziare e fa bene, anche perché le tematiche del SB non sono le migliori per sguazzarci dentro troppo a lungo.

    2MM è più leggera e forse più frivola (ma anche no, dipende un po’ dal concetto di supereroe che si va a incarnare), sicuramente una love story come quella, tra i gialli, non l’avrei vista bene ecco 🙂

    Sui dettagli glam per me vale lo stesso discorso che per i dettagli bellici o per i possibili inside joke e via dicendo. Li preferisco quando usati con parsimonia e ben amalgamati nella descrizione, in modo che chi legge li assorba senza dover staccare dalla lettura (un completo Armani, Armani… e com’è un completo Armani?). Rispetto le altre opere che cito i momenti di “stacco” dovuti a elementi come questi che ho elencato sono in quantità minore e meglio inseriti, a mio avviso, e del resto la costruzione dei personaggi è molto più mostrata che raccontata, costruita con gli ottimi dialoghi, il che favorisce di molto la lettura e il godimento della storia.

      

  3. Bene mi sa che c’ è un nuovo mito in città e non parlo solo di Libby.;-)
    Piuttosto ti è arrivata la mia mail?

      

Vuoi rispondere?