La grammatica della fantasia di Gianni Rodari

la grammatica della fantasia di Gianni RodariÈ di nuovo sabato ed è di nuovo tempo di recuperare dal vecchio blog una recensione. Questa volta ho scelto un “manuale”, o almeno questo era quanto io pensavo fosse quando l’ho acquistato. In realtà, come leggerete, ci ho trovato molto altro e continuo a consigliarlo come lettura, proprio a persone che non scrivono.
Nella ricerca di libri che trattino dello scrivere e del creare storie mi è stato suggerito questo volumetto di Gianni Rodari, che raccoglie i testi degli Incontri con la Fantastica tenuti negli anni ’70 a Reggio Emilia dall’autore.

Questo, se qualcuno avesse dubbi li spazziamo via subito, non è un manuale, né di scrittura creativa né di qualsiasi altro tipo. È un lungo, articolato e appassionante discorso sul tema della fantasia, sull’uso delle parole, sugli strumenti che ognuno ha per creare storie, che siano nuove oppure ottenute manipolandone di esistenti, con uno spazio anche per l’analisi psicologica della creazione narrativa spontanea e alcuni interessanti capitoli sui giochi di parole.

Rodari, con uno stile semplice che trasmette la sua competenza, la cultura, la passione per ciò di cui parla e l’umiltà, verso chi ne ha trattato prima di lui e verso il soggetto del suo studio, la fantasia, intraprende un lungo percorso nel mondo della fantasia. L’interessante inizio propone un confronto tra la logica, materia nota a tutti, e una presunta fantastica, che non viene purtroppo insegnata. Da questo presupposto si parte, trasportando il lettore in un mondo dove non ci sono regole, dove Cappuccetto Rosso scappa in elicottero e le principesse conoscono i problemi del dopo “vissero felici e contenti”, dove ogni parola può diventare la protagonista di una nuova storia.

La grammatica della fantasia è un libro che chiunque dovrebbe conoscere, chi legge e chi scrive, chi insegna e chi vuole provare a parlare con i propri figli con modi nuovi e diversi dal solito. È un monito costante a non scappare dalla capacità creativa dei bambini, ma anzi avvicinarsi a essa, usarla per comprendere i meccanismi che una semplice parola scatena nella mente.
E se è un manuale che cercate, questo libro è comunque un acquisto obbligato, perché anche se non insegna la scrittura creativa, mostra i meccanismi del pensiero creativo, illustrando la necessità del saper manipolare e usare le parole più semplici, per dare forma alla fantasia, fino a indagare l’effetto che la parola può avere come stimolo su chi la subisce.

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “La grammatica della fantasia di Gianni Rodari

Vuoi rispondere?