I desideri del blogger

La premessa obbligata è che questo post non nasce con l’idea di chiedere qualcosa, ma piuttosto di indirizzare chi si chiedeva come. Eh lo so è complicato, ma è tardi e ho appena finito di impaginare un bel librone gotico che vedrete tra non molto per i tipi oscuri di Edizioni Hypnos. Quindi andiamo con ordine.

panino burger king
Il panino regalato dai propri lettori è più gustoso!

Iniziamo col dire che comunque ringrazio Alex. Perché ricevere un pacco regalo, nel mio caso trovarlo che t’aspetta come un cucciolo sulle scale di casa (grazie gentili vicini!), è sempre qualcosa di emozionante. E se c’è la scritta Amazon, non so voi, ma da buon librofilo parte sempre lo sbavo acuto. E okay che lo impagino sempre con piacere, Alex, e ci sarebbe molto da dire su una collaborazione nata ormai anni fa, che ha portato me a migliorare con ePub, Mobi & C e lui, senza false inutili modestie, a veder diffuse le sue storie in eBook realizzati con stile. E l’aumento di visibilità di eBookAndBook tramite il suo sito è già di per sé un ottimo tornaconto, se proprio vogliamo. Quindi anche il regalo, e allora comunque grazie, che fa sempre bene dirlo, anche perché ora ho Il 18° vampiro di Claudio Vergnani che proprio avevo voglia di leggere.


Ma come ha fatto Alex a indovinare il regalo giusto? Beh a lui l’ho detto perché si parlava di pagamenti e quando un amico chiede quanto mi deve inizio a cambiare discorso, fischietto indifferente e mi dileguo. E allora mi è venuta in mente questa idea, che in realtà era già lì da un po’ proprio per questo, in attesa come una faina.

Vi è piaciuto l’eBook gratuito, il racconto, il post?

Ho impaginato gratis un vostro lavoro e la notte ci pensate e dormite male?

Avete scritto un libro interattivo con Libro Game Creator?

Non so bene quanto possa essere remunerato (brutta parola) il lavoro fatto per rendere possibili queste cose ma, per rispondere a esigenze pressanti come queste, ho aggiunto al sito il solito buon vecchio pulsante per le donazioni PayPal. L’account è vecchio, roba tipo Grandi Antichi, e il donate è nato proprio con LGC. Un modo per arricchirmi, sicuramente, e come si diceva qualche giorno fa su FB ho infatti già pagato l’acconto per la seconda Lamborghini.

 

[paypal-donation]

 

A volte però il parlar di soldi sembra svilire tutta la controparte artistica (che paroloni oggi eh) e fare un regalo lascia più piacere che inviare il vil denaro. Ed ecco quindi l’ideona! la wishlist di Amazon, a disposizione dei miei affezionati lettori, con in lista roba di tutti i tipi e per tutte le tasche.

 

My Wish List

 

Sempre legato ad Amazon ci sarebbe pure il programma di affiliazione, col quale comprate roba per voi e fate guadagnare pure me, ma di questo ne parlerò magari in futuro, per oggi ho già fatto abbastanza danni.
Ora se proprio volete ringraziarmi e il feedback, la recensione, la mail personale, la birra in qualche ePub, non vi sembrano mezzi sufficienti, ne avete altri a disposizione.

Io intanto me ne vado sotto le coperte che in questi giorni la mia vita potrebbe cambiare anzichenò, e devo essere parecchio pronto. Voi fate un generico in bocca al lupo, in culo alla balena, in un orifizio qualsiasi dello shoggoth, che mal sicuramente non fa, e se tutto va bene avrò di che raccontarvi.

‘notte amici del bloggh’oh! 😉

Print Friendly

16 thoughts on “I desideri del blogger

  1. Ottimo e abbondante!
    Ho imparato che occorre essere chiari, limpidi ed espliciti coi propri lettori. Molti saranno ben contenti di sapere quanto dare o cosa regalare. Lasciare il tutto a un aleatorio desiderio di “ringraziare” non li aiuta a fare le scelte giuste.
    L’idea della wishlist è fantastica (infatti come sai te l’ho copiata!) 🙂

    Poi ci sarebbe anche da parlare del piacere di contribuire alla crescita di un’attività collaterale, come è per te EBookAndBook e per me il blogging e la scrittura. Non so gli altri, ma a me soddisfa molto dare un segno concreto di stima per un lavoro ben fatto. Perché limitare il tutto allo scambio di link (comunque sempre ottimo) è troppo semplice e a volte anche un po’ furbetto 😉

      

  2. Grazie Alex, già sapevo come la pensavi e mi fa piacere. E concordo con l’idea che contribuire alla crescita di progetti personali sia sempre una buona cosa. Quando uso software free per fare eBook, ad esempio, mi piace sempre cliccare su quel donate, che in america fa tanto meno paura che da noi. Mi sembra di aver dato un contributo a qualcosa di così lontano che magari non saprò mai veramente chi lo fa, ma qualcuno che grazie anche al mio “aiuto” può continuar a farlo e farlo bene.

    La cosa triste è che da noi tutto questo fa ridere, non paura.
    Conosco le persone e so quante dicono “ahahah fesso, ha messo donate e intanto io gli uso il software gratis, che fesso!” e tra tanti l’ho sentito dire a gente che guadagna tanto ma tanto…
    Comunque noi ci si prova, dal “basso” e un po’ alla volta e chi sa che magari un giorno la cultura “dominante” non sia diversa da quella attuale.

      

  3. Ti dirò, mi son sentito dare del deficiente perché pago eBook o App per Android/iPhone. E non esiste discorso, con la maggior parte delle persone. Costano, si possono avere gratis, allora le prendo gratis. Anche tentare la via dell’equilibrio e dire, okay qualcosa scarichi, film, telefilm, però ogni tanto un BlueRay, un videogioco, un… no, non esiste.
    E dai 50€ del videogame, ai 25€ del blue ray (ma da MW li trovi a 15! eh, pazienza, qua son gratis), ai 3€ dell’App fino ai 0.99€ dell’eBook. Non c’è nemmeno una soglia, in questi casi, di accettazione dello scambio tra oggetto digitale e denaro.

      

  4. Bella l’idea della Wishlist… in effetti mi sembrava sola soletta nel mio account di Amazon. In pratica la usavo solo per tenere a mente quali prodotti mi interessavano per comprarli non appena avevo budget disponibile. Ora mi tocca copiarla… ^_^

      

Vuoi rispondere?