Librogame horror

Tra le decine e decine di libri interattivi pubblicati negli anni, i titoli horror sono veramente una minoranza. Soprattutto per quel che riguarda “i classici” (pubblicati negli anni ’80) si parla per lo più di libri fantasy, senza alcuna parte orrorifica. Atmosfere diverse si possono incontrare nella purtroppo brevissima saga Forbidden Gateway, con infiltrazioni mistico mitologiche che stemperano gli effetti degli orrori cosmici, o in titoli più recenti come Undead Rising, dove l’ironia di fondo si alterna a scene piuttosto splatter.
Orientati a un pubblico giovane, che riesca ad accettare l’intromissione del gioco nella narrativa, questi libri non hanno mai visto trame e ambientazioni che si discostino veramente dal genere fantasy, col solito bagaglio di armi magiche, amuleti e incantesimi. Magari un giorno qualcuno scriverà un librogame-survival-horror degno di questo nome.
Nel frattempo eccovi una prima lista di titoli, da integrare in futuro.

I classici

terrors-out-of-time-gamebookI due volumi della saga Forbidden Gateway (Oltre l’incubo in Italia) di Ian Bailey e Clive Bailey. Where the Shadows Stalk e Terrors Out of Time non nascondono il loro debito ai temi e alle atmosfere lovecraftiane, con due titoli molto belli i cui richiami si vanno a perdere completamente nelle traduzioni italiane (soprattutto per il secondo volume che indubbiamente cita uno dei migliori lavori di H.P. Lovecraft, il racconto The Shadow Out Of Time [1]). Unici testi ad aver introdotto nel sistema di gioco la gestione della sanità mentale (rubato in tempi recenti da un certo Fuga dall’Altrove 😉 e ispirato al regolamento del gioco di ruolo Call of Cthulhu della Chaosium [2]);
Oltre l’incubo. Nel vortice del tempo di Ian e Clive Bailey
Oltre l’incubo. Il regno dell’ombra di Ian e Clive Bailey

 

horror-classic-draculaGli Horror Classic di James Herbert Brennan. Entrambi i volumi della serie (The Crypt of Dracula, The Curse of Frankenstein), nonostante il numero esiguo di paragrafi, erano doppi e si potevano vestire i panni delle creature del male o dei loro avversari. Nel primo potevamo scegliere tra Dracula, nella sua lunga e faticosa avventura per riprendere possesso del suo stesso castello, invaso dalle trappole del diabolico Van Helsing, e Jonathan Harker, giunto al castello per fermare il Conte prima che questi si trasferisca a Londra, come accade nel romanzo originale. Nel secondo libro la scelta era invece tra vestire i panni del dottor Frankenstein o quelli mostruosi della sua enorme creatura, in una difficile fuga tra i ghiacci polari;
Horror Classic. Il conte Dracula di J.H. Brennan
Horror Classic. Frankenstein di J.H. Brennan

 

house-of-hell-fighting-fantasy-gamebookHouse of Hell dell’inglese Steve Jackson (del quale abbiamo già parlato ai tempi del dossier su The Warlock of Firetop Mountain) della serie Fighting Fantasy[3]. Ai parametri classici di questi volumi si va ad aggiungere quello della Paura, che verrà incrementato durante l’avventura nella casa infernale “gestita” da una setta di adoratori del demonio. Un’avventura più semplice di quelle alle quali ci ha abituato Steve Jackson, adoratore del demonio true path, degli enigmi e dei trabochetti per il lettore/giocatore.
House of Hell è tra i libri recentemente trasformati dalla Tin Man Games in applicazioni interattive per smartphone e tablet.
Fighting Fantasy. House of Hell di Steve Jackson
Il librogame in versione app interattiva

 

Le novità

il-tesoro-della-regina-librogame-mauro-longoTra i nuovi librogame horror spicca sicuramente la saga scritta dall’amico Mauro Longo, dedicata al mondo fanta horror di Ultima Forsan, ambientazione a tema zombie diventata un gioco di ruolo di grande successo, basato sul motore di Savage Worlds.
Del primo titolo della saga, Il tesoro della regina, abbiamo già parlato, e ne trovate una recensione a questo link. Nel 2016 è stato presentato al Play di Modena il secondo capitolo, Si muore solo due volte, ed è ormai certa l’uscita nel 2017 del capitolo conclusivo delle avventure dell’ammazzamorti Civetta.

 

Ebook

Undead Rising Choose Your Destiny ebook gamebook librogameUndead Rising: Decide Your Destiny mescola con discreta abilità ironia e orrore, rappresentato dall’onnipresente e immarcescibile figura dello zombie, il non morto preferito dal popolo (non me ne vogliano i vampiri). L’autrice, la giovane editor M.E. Kinkade non ha al suo attivo molti altri titoli, ed è facile immaginare che abbia scritto questo racconto per sfruttare il tema zombie, compito che le è riuscito abbastanza bene, grazie a uno stile fluido, un personaggio simpatico, e alcune idee azzeccate, come la “sezione Z”.
Undead Rising (ebook)

In ebook si trovano anche moltissimi librogame auto prodotti e non, difficile districarsi tra le offerte del web.
Nell’elenco però non posso esimermi dal segnalare Fuga dall’Altrove, la mia breve storia ispirata ai miti lovecraftiani, scaricabile in ebook da questo sito

 

App & C

sons-uruzime-gamebookSons of Uruzime di Romuald Finet è un librogame digitale francese (Les fils d’Uruzime), tradotto in inglese dai soliti della Tin Man Games. Ha un’ambientazione chiaramente ispirata a quella dei giochi lovecraftiani, a partire dalla città dove tutto ha inizio, Arkham. Nella app sono assenti gli scontri, e la struttura è più vicina a uno dei vecchi Choose Your Own Adventure che a un Lone Wolfe. A interrompere il flusso di scelte e bivi intervengono componenti più ludiche, come l’utilizzo di particolari oggetti, la possibilità di scegliere l’ordine col quale visitare le locazioni, la presenza dei punti skill, utili per sbloccare nuove opzioni, evitando che la nostra sanità mentale raggiunga lo zero.
Sons of Uruzime è disponibile sul Kindle Store e sul Google Play Store

Nel mondo delle applicazioni interattive i librogame sono molteplici, e per fortuna non vivono di soli elfi e orchi. Vi segnalo quindi ancora qualche titolo, da approfondire nel futuro:

Frankenstein, nuova incarnazione del classico di Mary Shelley, per la penna del bravissimo Dave Morris, disponibile sul Google Store

Cursed App: Horror Gamebook (link)

Goth-Amok. Il portale sull’altrove, un’avventura tra fantascienza e horror, pubblicata da Delta Star Pictures (link)

 

[1] il bellissimo L’ombra venuta dal tempo, H.P. Lovecraft, 1934; la versione in inglese la si trova online: http://www.hplovecraft.com/writings/texts/fiction/sot.aspx altrimenti cercatelo nelle altre edizioni

[2] per saperne di più “mi tocca” citare il mio stesso saggio, I giochi di Cthulhu, Edizioni Wild Boar, che potete trovare cartaceo e in formato ebook, maggiori informazioni a questo link

[3] che consta di una sessantina di volumi, in generale molto “fantasy”, ma tra i quali si potrebbero nascondere altri testi più orrorifici che a oggi ancora non ho letto; Fighting Fantasy venne in parte tradotta in italiano dalle Edizioni E.Elle nella serie Dimensione Avventura

Print Friendly, PDF & Email

7 thoughts on “Librogame horror

  1. Aggiungerei anche Blood of the zombies, di Ian Livingstone, che e’ un’altra rivitazione della ambientazione “casa maledetta piena di zombi”

      

    1. Okay, sto cercando di procurarmi un po’ di FF, in inglese così non spendo una fortuna, dal momento che non ne ho mai letti.
      Pensavo a Creature of Havoc, Deathtrap Dungeon e House of Hell, per iniziare. Aggiungo anche questo Blood of the zombies.

        

      1. Su Amazon trovi gran parte dei FF a un centesimo piu’ spese postali.
        Blood of the zombies l’ho regalato a mia moglie per il suo compleanno, per cui non lo leggero’ per un bel pezzo, altrimenti farei la figura dello zoticone che regala un libro alla moglie per poterselo leggere lui!

          

  2. Che furbone! 😀
    Vedrò di comprarne qualcuno su Amazon allora, prima che anche lì i prezzi inizio a lievitare. Ho visto che dagli UK me la cavo con 3€ di spedizione, non male.

      

    1. Nessuna furbonata: a mia moglie piacciono le storie di zombies e io le ho regalato una storia di zombies. E NON la leggero’ per diversi anni, perche’ e’ sua.

        

    1. Anch’io l’ho scoperta solo da poco e si tratta di una splendida serie, anche se il regolamento potrebbe essere un pelino alleggerito, ma i contenuti dell’avventura sono di altissima qualita’.

        

Vuoi rispondere?