Mike Mignola’s Hellboy – The Companion

Settimane fa ero sul punto di pubblicare la terza parte dello special su Hellboy, dopo l’introduzione e l’ordine di lettura. L’articolo riguardava la cronologia interna alla saga, ed è stato scritto durante la rilettura della cinquantina di volumi, riportando tutti i riferimenti tra i fatti e gli albi in cui vengono narrati o soltanto citati. Quasi sul punto di premere “pubblica”, ho scoperto l’esistenza di un libro dedicato ad Hellboy, un lavoro for very very very fans only, Mike Mignola’s Hellboy The Companion.

Mike Mignola Hellboy The Companion

Si tratta di un saggio a opera di vari autori, che includono anche se in minima parte lo stesso Mignola e Scott Allie, il suo editor storico.

Il volume, diviso in tre parti, inizia con una dettagliata ricostruzione dei profili dei personaggi principali della saga, dallo stesso Hellboy ai suoi colleghi del B.P.R.D., dal malvagio Rasputin a Baba Yaga, passando per il vampiro Giuresco e il folle scienziato nazista Von Klempt. Segue una corposa e dettagliata cronologia di tutti gli eventi narrati negli albi, che copre le storie fino all’ottavo volume Il richiamo delle tenebre (Darkness Calls). Il libro si chiude con una breve ma interessante disamina delle fonti che hanno ispirato Mignola nel creare il suo mondo fantastico, dai pulp degli anni ’30 alla mitologia europea, dai racconti di maestri quali Howard, Smith e Lovecraft ai comics di Jack Kirby. Molto interessante il confronto con figure iconiche per il mondo della narrativa fantastica con una loro controparte nei comics quali il Conan di R.E. Howard, il Thor della mitologia norrena, Doc Savage e The Thing.

Un libro come dicevo per i soli fan, utile per comprendere quanto lavoro ci sia dietro questo fumetto d’autore. Pagina dopo pagina si affonda nei dettagli di ogni singola storia, si ricostruiscono i legami tra vicende che prendono l’avvio con la creazione dell’universo, tra divinità lovecraftiane e richiami a leggende dimenticate. Il tutto è accompagnato da numerose illustrazioni in bianco e nero, che nella loro essenzialità sottolineano l’incredibile qualità del tratto di Mignola.

Non so se la Magic Press deciderà di tradurlo, come ha recentemente fatto per il volume Hellboy. I primi vent’anni, ma se siete appassionati vale fare “lo sforzo” di leggerlo in inglese.

Mike Mignola Hellboy

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Mike Mignola’s Hellboy – The Companion

    1. Ciao Nick, è ormai l’unico fumetto che seguo e non mi ha mai deluso, soprattutto nei volumi curati completamente da Mignola.

        

Vuoi rispondere?