Serial di stagione: Supernatural, Once Upon a Time e How I Met Your Mother

Seconda parte della rubrica sui serial tv, che anticipa tra le tante serie disponibili quelle che seguirò. Dopo aver parlato di Dexter, Fringe e The Big Bang Theory si torna con altri tre serial dei quali a dir la verità ho buone speranze solo su uno.

Serial tv: Supernatural, Once Upon a Time e How I Met Your Mother

How I Met Your Mother

Serie in arrivo: ottava
Primo episodio: “Farhampton” il 24 settembre
Ho iniziato per ben due volte la serie. Abbandonata molti mesi fa, ho provato a riprenderla in un periodo di magra di serial. Stavo per rimollarla ma ho tenuto duro, superati i primi scarsi episodi mi ci sono appassionato di brutto. Ovviamente su tutti i personaggi domina il Barney di Neil Patrick Harris (grande villain in Dr. Horrible’s Sing Along Blog) ben presentato nella prima stagione ma capace di rivelare tutto il potenziale negli episodi successivi. Inguardabile invece il protagonista, fastidiosissimo. Come per tutte le sit-com dopo qualche stagione c’è stata una flessione per ripetitività e anche una triste tendenza a far somigliare Barney a un clone del Chandler di Friends. Personalmente ho apprezzato molto la settima. Il meccanismo del flashback, sul quale è costruito l’intero telefilm, funziona meglio, meno confusionario soprattutto, e gli episodi presentano maggior equilibrio tra i personaggi con tanti momenti, beh ovviamente leggen

dari.

Serial tv: Supernatural, Once Upon a Time e How I Met Your Mother

Once Upon a Time

Serie in arrivo: seconda
Primo episodio: “Broken” il 30 settembre
Sicuramente è il periodo delle favole, mi sa che potrebbero sostituire i vampiri, ormai noiosi e in disuso (per fortuna, direi) e magari (ma ho qualche dubbio) pure gli angeli che riempiono scaffali e scaffali dove una volta riposavano felici romanzi horror. Comunque, favole dicevamo, dopo una stagione cinematografica che ha visto ben due diverse versioni di Biancaneve (qua abbiamo visto qualche concept art di Biancaneve e il cacciatore). Di Once Upon a Time ho parlato mesi or sono dando spazio – e come mai? – ai personaggi femminili, buoni e cattivi.
La serie mi ha preso all’inizio però per perdersi verso la fine con terrificanti siparietti per Biancaneve e il “principe azzurro”, noiosi nella favola e pessimi nel mondo reale. L’ultimo episodio ha tirato un po’ su le sorti della combriccola di Storybroke, però le favole non sono infinite (e nemmeno le attrici da usare come cattivone di turno) e tornare su personaggi già visti è un bel rischio (ma se ci ridate Malefica/Pam nessuno si lamenterà, scommettiamo?).
Ora la magia è tornata (magic is coming, appunto) e tutti sanno chi sono “in realtà”, compresa Emma (Jennifer Morrison), che dopo aver ammazzato un drago avrà difficoltà a dire che non crede nelle favole (e di esserne effettivamente parte).
Vedremo se questa seconda stagione saprà rinnovarsi, il numero di episodi previsti non è stati deciso, segno che la sopravvivenza, anche nel magico regno di Storybroke, non è certa.

Serial tv: Supernatural, Once Upon a Time e How I Met Your Mother

Supernatural

Serie in arrivo: ottava
Primo episodio: “Heartache”, 3 ottobre
Dite quel che volete, ma ci son stati episodi di questa serie assurda da vero delirio telefilmico. Auto citazioni, riferimenti al mondo geek tra giochi di ruolo e fan fiction, divinità e demoni di ogni tipo. La settima serie ammetto rasentava l’inguardabile, e l’ho guardata a pezzi. Però si è conclusa “bene”, portando la storia diritta nel purgatorio, luogo a quanto pare per nulla tranquillo, dal quale arrivavano i Leviatani che han dilagato per tutta la stagione.
La storyline angelica, soprattutto quando Castiel dava il meglio, è stato il top di queste sette stagioni, speriamo di rivederlo quanto prima (dopo la scomparsa dell’ultima puntata).

Print Friendly
« »

19 Comments to “Serial di stagione: Supernatural, Once Upon a Time e How I Met Your Mother”

  • Di Supernatural erano belle le prime due stagioni poi col tempo è diventato un delirio quasi ingiustificato, certo è sempre una serie decente però quanto mi mancano quelle escursioni nel folklore americano delle prime indimenticabili puntate.

  • P.S: Esiste un modo per ricevere le notifiche di risposte via mail, che tu sappia?

  • Non vedo l’ora che inizi l’ottava stagione di HYMYM, di cui potrò gustarmi la prima puntata dopo aver fatto un esame :D
    Lo stesso vale per supernatural, mi sono piaciute tutte le stagione, ho un debole per quella serie, e aspetto con ansia la terza.
    Once upon a time…non sono mai riuscito a guardarla, abbandonata dopo la prima puntata .-.

  • Once upon a time, per quel che ho visto, non sembra male. C’è anche da dire che certi serial dovrebbero obbligatoriamente essere limitati a un paio di stagioni, altrimenti diventato lenti e ripetitivi.
    Supernatural non l’ho mai sopportato :P Forse andrebbe visto in compagnia, da solo mi sembra un filmetto horror di quelli che andavano per la maggiore pochi anni fa.

  • Concordo sulla virata trash che ha avuto la serie, infatti la guardo saltuariamente solo per farmi due risate.
    Serie che si innestino bene sul folklore non credo ce ne siano purtroppo.

  • Once Upon A Time è caruccio, a fasi alterne, provo a vedere come va la seconda serie, ma non ho molta fiducia a dire la verità.

  • Ho provato a installare un plugin in tal senso, ora devo capire se funziona :)

  • HYMYM è diventato una droga, sostituisce un po’ l’affetto per TBBT che è andato scemando con le stagioni. Supernatural come dicevo a Nick lo guardo per il suo contenuto trash ma non mi convince tantissimo, però finché ci sono diavoli angeli e battutacce, va visto :D

  • OUAT sicuramente ha una durata limitata, altrimenti diventerà un brodo indigeribile. Già una serie poteva essere abbastanza, gli inglesi ci avrebbero fatto una miniserie coi controcazzi e fine.

Post comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: