Nostra signora delle tenebre di Fritz Leiber

Nostra signora delle tenebre di Fritz Leiber

Nostra signora delle tenebre di Fritz Leiber

Recupero oggi quella che sul vecchio blog, e anche in questo nuovo a dire il vero, reputo essere l’unica vera recensione che io abbia scritto. L’unico testo che, per quanto sempre limitato di fronte al libro di cui tratta, è completo e coerente, soddisfacente ancora oggi, forse l’unica che meritava davvero riportare e ricordare.

Tra i commenti del post, datato 27 luglio 2010, molti compagni della zona blog si dicevano interessati a questo libro, sarebbe interessante sapere quanti sono riusciti a (trovarlo e) leggerlo. Curiosità che mi ha fatto sorridere tra le fonti usate per scrivere questa recensione c’è un testo del solito buon Davide Mana, quel Demoni dell’Aere Superiore: Vita, Opere e Miracoli di Fritz Leiber, Jr. che avevo trovato interessante e molto molto utile.

 

In ogni periodo storico ci sono sempre state una o due città appartenenti al genere mostruoso, come Babele ovvero Babilonia, Ur-Lhassa, Ninive, Siracusa, Roma, Samarcanda, Tenochtitlan, Pechino; ma noi viviamo nell’epoca delle metropoli (o delle necropoli), in cui queste maledizioni gravide di disastri sono numerose e minacciano di congiungersi e di avviluppare il mondo nella sostanza funebre ma multi potente delle città. Abbiamo bisogno di un Pitagora Nero perché spii la maligna disposizione delle nostre mostruose città e i loro immondi canti urlati, così come il Pitagora Bianco spiava la disposizione delle sfere celesti e le loro sinfonie cristalline, venticinque secoli fa.

Thibaut de Castries

 

Una delle parole più difficili da usare nello scrivere una recensione è capolavoro. Non l’ho mai detta, raramente la penso, faccio difficoltà a comprenderne il significato, tanto è assoluta. Sta quasi alla pari di cult, una di quelle parole che più la usi più perde di significato.

Dopo anni di letture e autori diversi e storie di ogni genere, è stato proprio il signor Fritz Reuter Leiber (Chicago, 24 dicembre 1910 – San Francisco, 5 settembre 1992), col suo romanzo Nostra Signora delle Tenebre (Our Lady of Darkness), a costringermi a usarla.

Continua…