L’Aleph di Jorge Luis Borges

L'Aleph di Borges

L’Aleph di Borges

Oggi vado a suonare i tamburi. Lo so che non ve ne frega granché e dovrei parlare dell’Aleph, ma era così per cominciare, ché oggi è un sabato che ha il sapore d’un autunno che passava di qua per sbaglio e ha deciso di fermarsi un po’, e vado fino a Cividale, nella furlania abitata da strane creature, a riprendere il rapporto con il djembe, abbandonato quasi dieci anni fa.
Ma intanto Borges, via.

Mi chiedevo se fossi in grado di recensire davvero un libro di Borges. Non ho le conoscenze, il background e le capacità per tener testa ai collegamenti con il mito classico, ai riferimenti reali e a quelli inventati (tale Borges è conosciuto anche come autore di pseudobiblia, libri che non esistono, dei quali parlava e scriveva anche recensioni).

Continua…