LGC 3.1.12 – Librogame e mappe

E’ passato più d’un mese dall’ultimo post dedicato a Libro Game Creator e so che ne sentivate la mancanza. La verità è che sto spammando in giro sempre più spesso i post del blog inglese, più comodo da usare e più specifico nei contenuti, mentre nella Tana intendo raggruppare la descrizione di varie release in articoli più corposi e, credo, interessanti. Quello di oggi è dedicato in maggior parte alle due novità più importanti di LGC, arrivato nel frattempo alla versione 3.1.12, che ha inoltre avuto l’onore di essere citata in un trafiletto sulla rivista online Fighting Fantazine (che aveva parlato di LGC già nel numero 12, grazie al lavoro di Alessandro “Yaztromo” Viola).

Continua…

LibroGameCreator 3.1.6 in italiano

Ultimamente i post qua sul sito sono piuttosto monotematici, lo ammetto, ma gli sviluppi su LGC stanno continuando senza sosta e le novità sono sempre abbastanza importanti da farci una news. Con questa nuova versione sono stati risolti numerosi bug ma soprattutto ci sono tre grosse novità: ho aggiunto la lingua italiana con, a grande richiesta, un ritorno ai “paragrafi di gioco”, dopo che quel “capitoli” (chapters) nelle versioni precedenti aveva dato piuttosto fastidio agli scrittori di libri game. Continua…

LibroGameCreator, le opere e gli scrittori

LGC - Libro Game CreatorE’ sabato mattina, ormai le feste si avvicinano e in barba a tutti gli haters, a quelli che il Natale gli mette depressione (come il capodanno, il compleanno, l’estate, l’inverno, insomma qualsiasi occasione è buona per lamentarsi, se sei italiano) io cucino biscotti al pan di zenzero (variante con farina di nocciole), completo l’installazione di Linux, che da oggi è l’unico Sistema Operativo sul mio PC, Microsoft Software no more, leggo libri game e aggiorno il sito. Sono riuscito a completare una paginetta che avevo promesso qualche settimana fa agli autori del sito Librogame’s Land (ma che è aperta a chiunque abbia usato Libro Game Creator e abbia diffuso l’opera) la più grande community di appassionati nonché ideale sponsor di LGC, che proprio in quel sito è nato.

Continua…

LGC 3.1.0 – Esportazione in RTF e auto upgrade

LGC - Libro Game CreatorHo aspettato qualche giorno per pubblicare anche qua l’annuncio, nonostante la pagina ufficiale già ospitasse il download aggiornato. Ma Libro Game Creator 3.1, senza alfa e senza beta, è disponibile – come sempre gratuitamente o, meglio, donationware – al download.
In queste frenetiche settimane ci sono stati numerosi test, sono arrivati i primi feedback degli utenti e sono riuscito a implementare quelle che ritengo essere le feature fondamentali per l’editor (descritte sotto). E’ giunta anche la conferma del funzionamento su tutti i principali sistemi operativi: Windows (7/8 e XP), Linux e Mac, traguardo che con LGC2 era impensabile raggiungere. Proprio per questo LGC2 ormai ha i giorni contati.
Continua…

LGC 3.0.1 – Il manuale di Libro Game Creator

Speravo di riuscire a scrivere in questi giorni qualche riga del dopo Lucca, magari sul fronte Mignola, ritrovato con l’ottimo Hellboy all’Inferno e gli inutili secondi capitoli di Witchfinder e Loebster Johnson, o sul nuovo Zerocalcare, o sulla truppa di Savage Worlds che sono riuscito a incontrare nella tranquillità del primo giorno di fiera.
Invece altri impegni si sono messi in mezzo (e di lato, sopra, sotto,…).

E’ rimasta una finestra spazio temporale larga il giusto per avvisarvi che sono disponibili una mini patch a Libro Game Creator 3, con piccole novità e qualche correzione, e Il Manuale. Un PDF di dieci paginette che copre gli argomenti principali, dalla creazione di un libro game all’esportazione, con qualche cenno a configurazione e shuffle dei capitoli. Tutto da approfondire, ma dovrebbe bastare per iniziare a lavorare col programma.

Come forse avrete notato il menu del sito è cambiato, ora è disponibile una pagina generale su LGC, una per LGC2, che non viene più supportato ma è ancora utilizzato, e una per il nuovo LGC3. Gli sviluppi su questa versione continuano, le prime prove su Windows e Linux hanno avuto esito positivo. Attendo ancora che qualche utente Mac lo testi (se ce ne sono in ascolto…) e nel frattempo sto cercando un grafico volenteroso per ridisegnare l’icona di LGC.

Le novità della 3.0.1 sono:
– aggiunta automatica di un nuovo tag {link x:xx} nel testo con F2
– creazione automatica di un nuovo capitolo cliccando sul tag {link relativo
– blocco delle modifiche ad attributi ed entità standard
– aggiunta dei tooltips alle funzioni comuni
– nuovo icon set

Il link per il download lo trovate nella pagina dedicata del sito, il manuale è presente anche nel pacchetto che contiene LGC3.

LGC 3.0.0 (alfa) – prima versione per Libro Game Creator 3 in Java

Ultimo post di ottobre, nel mentre fervono i preparativi per la partenza. Domani a quest’ora sarò in macchina in viaggio verso Lucca. Complice un meteo che sembra davvero favorevole (scrisse lui, toccando tutto il ferro della scrivania). Dopo anni di Comics sotto il diluvio, si opterà per la “via lunga”, per navigare con calma tra le colline prima di approdare alle mura della città. Avendo ridotto all’osso i passatempi ludici, al Comics & Games dedicherò solo mezza giornata. Obiettivi primari: incontrare gli amici, spuntare qualcuno degli acquisti in lista e gironzolare per la Toscana e godermi le bellezze enogastronomiche locali.

Continua…

Libro Game Creator 3.0 (sneak preview)

Il Ferragosto di cinque anni fa rilasciavo (che fa tanto vero sviluppatore) la prima beta di Libro Game Creator, il programma che mi ero scritto per poter creare libri game più agevolmente che utilizzando Word & Excel come facevano molti altri autori. Una GUI terrificante, è vero, però faceva già il suo. Da quella volta di versioni (sotto i ponti) ne sono passate, e nel 2012 circa lo sviluppo si è fermato del tutto, a causa dei solito troppi impegni collaterali.

A quanto pare però l’entusiasmo di chi lo usa non si è mai spento, tanto che le richieste per nuove feature (e bug fixing 🙂 ) continuano ad arrivare, soprattutto nella community di Librogame’s Land. Per questo ho deciso qualche mese fa di unire l’utile al dilettevole e sfruttare qualche oretta rubata ad altri progetti per approfondire Java, riprogrammando da zero LGC. Il lavoro da fare è tanto, gli algoritmi si possono riutilizzare solo in parte, ma questo permette anche di inserire le tante novità che avevo in mente e che miglioreranno di molto le potenzialità del programma, soprattutto visto che molti dei suoi utilizzatori lo sfruttano per poi esportare i dati per altri software/siti o per scrivere App per smartphone (come del resto ho fatto io col progetto AdventureScape).

Continua…

Guarigione e libri game

Mi è arrivata e prontamente giro questa segnalazione narrativo-ludica. C’è un concorso di narrativa, Storie di guarigione, che cerca di avvicinare tramite la scrittura (poesia, narrativa, biografia) chi è vittima di disturbi mentali e chi è nel mondo “fuori”, che spesso questi disturbi non li conosce e ne ha una visione limitata quando non distorta. In sostegno al concorso la casa editrice Sonda e l’autore Andrea Angiolino hanno concesso i diritti per una edizione speciale di un testo classico per gli amanti dei libri interattivi, Costruire i Libri-Gioco. Del libro ve ne avevo già parlato due anni fa ai tempi della recensione, ed è una lettura consigliatissima a chiunque sia affascinato dalla narrativa interattiva in tutte le sue sfaccettature (non solo i classici libri game alla Lupo Solitario, per capirci).

ebook libri gioco andrea angiolino

La versione digitale, curata da Tristano Ajmone, è ridotta rispetto quella cartacea ma è scaricabile gratuitamente, occasione perfetta per avvicinarsi al volume di Angiolino, ai libri gioco e agli strumenti esistenti (nella prefazione è stato aggiunto anche il riferimento al software Libro Game Creator).

Eccovi il link per il sito storie di guarigione dove trovate l’ebook gratuito.

Buona lettura e buon gioco!

Prossimamente sui vostri smartphone

Nei giorni scorsi, nel mentre preparavo l’articolo sui roguelike, leggevo articoli ed ero costretto a testare questo tipo di giochi (come sempre un duro lavoro che bisogna fare) sono tornato a sfogliare il forum di Librogame’s Land, la community nella quale bazzicavo quando hanno avuto origine l’editor per libri interattivi, LibroGame Creator, il racconto lovecraftiano Fuga dall’Altrove (scaricabile gratis da tra i miei ebook, ancora in attesa del sequel) e il malloppo fanta horror Obscura Genesi (che proprio in questi giorni è stato gentilmente recensito su facebook da un lettore, cose che come sempre fanno piacere a chi scrive/crea anche se il libro ormai penso sia scomparso dagli store).

 

Logo libro game Fuga dall'Altrove

chest

Ne è venuto fuori un discorso sugli sviluppi dei libri interattivi e su quello che è il destino di Librogame Creator il cui sviluppo sembra fermo da anni. Dico sembra perché dal 2012 in qua ho portato avanti nel solito pochissimo tempo libero una sua nuova versione, adattata a uno scopo unico: permettermi di sviluppare un formato di LG che fosse giocabile sugli smartphone. Sì, esattamente come fanno già molte altre App, soprattutto (bene) in lingue inglese e poco (e male) in lingua italiana (ne ho testata qualcuna e i testi sono piuttosto brutti da vedere e da giocare).

Una sneak preview di Libro Game Creator 3.0

Una sneak preview di Libro Game Creator 3.0

C’è voluto circa un anno e mezzo. E ho pensato di scriverne due righe, per tirare un po’ le somme, un post pseudo tecnico che leggeranno in 4 e capiranno in 2. Me compreso.

A cosa è servito un anno e mezzo di lavoro?

  1. ideare un nucleo di istruzioni per un “linguaggio di programmazione” della narrazione dei libri game; progettare il parser di un linguaggio, per quanto limitato sia nella sua grammatica, è stata la parte più complessa del lavoro;
  2. sviluppare il nuovo formato di file (ora un database SQLite);
  3. modificare LGC perché permettesse l’inserimento delle istruzioni nel “linguaggio” e le entità sulle quali questo avrebbe operato (oggetti, locazioni, attributi di gioco e quanto altro serve);
  4. sviluppare il motore Java, più generico possibile, che andasse a tradurre il meta linguaggio dei capitoli del libro game in qualcosa di interattivo (una decina di classi che implementano un pattern MCV);
  5. sviluppare una App Android che implementi il motore Java, con modifiche minime;
  6. aggiungere una grafica minima che renda visivamente l’App almeno decente;
  7. scrivere un libro game di prova per testare queste feature (adattarne uno esistente, in realtà, operazione che si è tradotta in tre tentativi di cui due falliti perché troppo complicati)

A ben vedere è una lista niente male (ed è strano perché in giro vedo gente che dice quanto sia “facile e veloce” fare una cosa del genere, ma si tratta quasi sempre di persone che vedono la programmazione da molto, molto lontano).

Un libro game su Android

Un libro game su Android

E non è ancora finita. In questi giorni sto iniziando i test del LG, una versione interattiva del mio Fuga dall’Altrove, e incredibile a dirsi ma c’è ancora molto da fare.

Inserite le cose base, potendo giocare, salvare e continuare, avere un “segnalibro” che simuli il solito dito che teneva traccia del paragrafo precedente nel caso si fosse fatta la scelta sbagliata, implementato l’inventario interattivo e con la possibilità di scriptare gli oggetti per fargli fare in pratica qualsiasi cosa, c’è ancora molto lavoro.
bookmark_loadIntanto la grafica, che da minima deve diventare migliore, all’altezza almeno di quanto si trova in giro. Risolvere qualche bug minimo, e tanti tanti test per migliorare ancora. E se le cose procedono con questo ritmo non ci si arriverà prima dell’estate (di quest’anno dai).

Cosa avverrà a quel punto? Beh c’è ancora da affrontare tutta la parte sul mettere le proprie App sul market di Google, che si porterà via il suo tempo e alla fine Fuga dall’Altrove in versione Android ci finirà, gratuitamente.

Una volta che questo progetto pilota avrà fatto il suo dovere, col bagaglio tecnico accumulato e la struttura completata, l’idea è di mettersi a lavorare su qualcosa di più lungo e nuovo, da completare per l’anno successivo. Magari un bel libro game horror, un adattamento semplificato della fantascienza di Obscura Genesi o uno sword & sorcery cupo e sanguinolento.

Ma stiamo correndo già troppo, per ora stiamo ancora tentando di fuggire dagli orrori lovecraftiani celati nei sotterranei della città, verso l’Altrove…

Fighting Fantasy, Caponata e Libro Game Creator

libro game creator iconUn post rapidissimo e inaspettato per ringraziare uno dei redattori della rivista inglese Fighting Fantazine, dedicata a Fighting Fantasy e più in generale al mondo della narrativa interattiva. Un malloppo di 100 e più pagine (realizzato molto bene e gratuito) che in questo numero 12 presenta un articolo sull’Italia dei libri game dove menziona il preparatissimo Mauro con il suo sito Caponata Meccanica e dedica qualche riga anche al software per scrivere libri game che ho realizzato qualche tempo fa, Libro Game Creator.

Essere citati in una pubblicazione simile fa molto piacere, FF è la dimostrazione di come questo tipo di intrattenimento non sia morto e riesca anzi a godere di una nuova giovinezza (soprattutto – stranamente eh, visto il gusto e il coraggio nelle italiche letture – all’estero), grazie alle tecnologie mobile, come dimostra il successo dei titoli della Tin Man Games, dei quali ho recensito a suo tempo An Assassin in Orlandes, libro interattivo di successo che ha avuto recentemente un seguito. Titolo che si è aggiunto a un catalogo che conta una ventina di Gamebook Adventures, nati per iOS e felicemente approdati su piattaforme Android (il che gli ha permesso di sbarcare anche nello store di Amazon).  A questa tecnologia anche LGC si è avvicinato ultimamente… ma questa è una storia segreta della quale parlerò solo a tempo debito.

 

Fighting Fantazine 12

Se volete cimentarvi nella lettura della rivista andate al paragrafo 1 trovate tutto online sul sito ufficiale di Fighting Fantazine.