Un roguelike selvaggio: alla ricerca della birra perduta

Era un bel po’ che non parlavo di roguelike da queste parti, perché non sto praticamente più giocando a nulla. Mi sono perso gli ultimi aggiornamenti di Pixel Dungeon e Shuttered PD, li ho proprio dovuti eliminare dallo smartphone perché grazie a mamma Samsung il mio vecchio SII si sta riempiendo di app sempre più grosse ma che mi sono fondamentali (che ne so, per leggere la posta), quindi via tutto il resto. Però cercando materiale per un nuovo progetto mi sono imbattuto in questo Savage Rats le cui premesse erano troppo simpatiche per non segnalarvelo.

Chi ha giocato di ruolo (su carta o su computer) sa bene quanto spesso una delle prime se non la prima “quest” consista nell’andare da un locandiere della solita cittadina dove inizia l’avventura a ripulire le cantine infestate dai ratti giganti. A volte si tratta delle fogne ma la costante sono i terribili nemici che vi troveremo. I ratti giganti. Decine e decine, messi appositamente lì per farci accumulare quelle manciate di XP necessarie a passare il primo dannato livello. Magari con un ratto boss finale e qualche tesoro che da lì a poche ore schiferemo e venderemo all’amico del locandiere.

/games.g/20150214-rogue/header.png

In questo semplicissimo roguelike invece è proprio la nostra birra a essere stata rubata, dal malvagio Re dei Ratti. Sarà nostro compito quindi sopravvivere a sette livelli di cantine, al suo esercito di ratti selvaggi, per poter recuperare il maltolto.

Savage Rats lo potete scaricare qua: http://www.ondrovo.com/games/mine/rogue, c’è pure la guida al gioco in PDF, e se vi piace il programmatore chiede gentilmente di… pagargli una birra 🙂

 

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi rispondere?