Midnight Nation di J. M. Straczynski e Gary Frank

Midnight nation

Cos’è un magazzino? È il posto in cui stipate le cose che vi servono meno per poi non ritrovarle quando vi servirebbero.Tipicamente.In pieno agosto, con una temperatura media da savana selvaggia, mi è tornata inspiegabilmente questa voglia.Rileggere Midnight Nation. Rifare il viaggio, vedere New York. L’altra New York, quella abbandonata e persa, dimenticata e terribilmente bella.Ricordavo dov’erano i fumetti, mi… Continua…

Cthulhu saves the world

Cthulhu-Saves-the-World

Stavo per iniziare il post dicendo “come tutti sapete…” però mica lo so chi legge, quindi magari non lo sapete ancora. E se lo sapete già saltate pure alla prima immagine sotto. Può Cthulhu salvare il mondo? Certo, ma solo per distruggerlo successivamente! Quel che sapete o no è che sono un huge fan del buon vecchio Howard Phillips Lovecraft, e… Continua…

Obscura Genesi, una presentazione e l’estratto giocabile del libro game

Approfitto di questa casualità. Cercando di capire che fine ha fatto un vecchio blog scopro che la demo giocabile del mio libro game è stata messa online su scribd, leggibile e scaricabile. Il che mi fa felice visto che il vecchio sito dedicato al libro game è morto diverso tempo fa. Quindi non c’è occasione migliore per presentarvelo, aggiungendo un… Continua…

Intervista a Andrea Giusto per il Cthulhu Day & Night 2010

cthulhu day night

Sabato 27 novembre 2010 si è tenuto a Milano l’evento Cthulhu Day and Night dedicato agli appassionati dello scrittore americano Howard Phillips Lovecraft e di tutte le novità ludiche sorte (strisciando) attorno ai suoi miti. Dopo qualche mese e varie peripezie (tra le quali l’incontro a Lucca Comics and Games) sono riuscito a intervistare uno degli organizzatori della manifestazione, Andrea… Continua…

Intervista a Valerio Lonzi su La Tela Nera

Tornano le interviste! Questa volta è il turno di Valerio Lonzi, autore del saggio Liguria Misteriosa edito da Castelvecchi Editore. Ciao Valerio e benvenuto. Presentati brevemente ai nostri lettori. Naturalmente, è doveroso presentarsi! Dunque, mi chiamo Valerio Lonzi, sono nato a Genova il 29 febbraio del 1968. Vivo a Genova, nel centro storico, dove conduco una taverna medioevale (chiamata Alabardieri… Continua…

Il quinto cilindro – Paolo Agaraff

il quinto cilindro

Dopo Le rane di Ko Samui e il prequel I ciccioni esplosivi, tornano, con l’inesauribile carica di energia che li contraddistingue, i tre anziani eroi creati dal molteplice Paolo Agaraff. Archeologia. Civiltà perdute. Visitatori da un altro pianeta, capaci di influenzare la storia e gli eventi terrestri nel passato e nel presente. Con “Il quinto cilindro”, Paolo Agaraff affronta l’argomento con… Continua…

Alex Andreyev, orrori lovecraftiani nella metropolitana

Metronomicon

Avete mai letto Orrore a Crouch End di Stephen King? È un racconto apparso nella raccolta Incubi e deliri e nell’antologia omonima, curata da Ramsey Campbell e pubblicata in Italia della Fanucci (1990), composta da omaggi alla mitologia creata da Howard Phillips Lovecraft. Ricordo che tra tutti emergeva, surclassando anche il Re, Il pozzo numero 247 (Shaft Number 247) di… Continua…

Come il lupo – Eraldo Baldini

come-il-lupo-baldini

Ho comprato questo libro parecchio tempo fa, perché in copertina c’era il lupo e la trama conteneva la vita fredda e difficile delle valli montane, antiche leggende e morti misteriose. Non sapevo chi fosse Baldini né cosa avesse scritto prima (e dopo, visto che questo romanzo è vecchio di qualche anno ormai). Al solito lo tsunami dei libri in arrivo… Continua…

Intervista a Andrea Giusto

Dopo Luigi Musolino, navigando nelle torbide acque del weird, ho incontrato per La Tela Nera Andrea Giusto, col quale si è parlato della fanzine Hypnos e di nuovi interessanti progetti. Parliamo di Hypnos, la tua fanzine, cominciando con una certa curiosità sul nome, che lego sicuramente a un racconto di H.P. Lovecraft, non tra i più conosciuti, Hypnos appunto. Cosa… Continua…

L’esercito dei demoni di Terry Brooks

E anche questa è finita. Sarà perché è (era, al tempo della rece) venerdì notte e le ultime cento pagine me le son pressate nel gargarozzo tutte in un colpo, ma sento la stanchezza nel dirlo. È finita. Perché un po’, lo ammetto, ci spero sempre. So che il vero fantasy, quello che (forse) ha ancora qualcosa da dire, non… Continua…